Sull’illegittimità costituzionale dell’addizionale IRES 2013 per le SGR e le SIM

Sull’illegittimità costituzionale dell’addizionale IRES 2013 per le SGR e le SIM

Com’è oramai ben noto, con la sentenza n. 288/2019 la Corte Costituzionale ha ritenuto ammissibili, ma infondate le questioni di legittimità costituzionale dell’addizionale IRES dell’8,5 per cento introdotta per il 2013 dall’art. 2 del decreto-legge n. 133/2013 a carico di banche, società finanziarie ed assicurazioni sollevate dalla CTR del Piemonte con l’ordinanza n. 354/7/18 del 5 luglio 2018 su istanza di una SIM per la violazione non solo dei principi di eguaglianza e di capacità contributiva sanciti dagli articoli 3 e 53 della Costituzione, perché avrebbe comportato un’ingiustificata discriminazione di trattamento a loro danno, ma anche del vincolo posto dal...

L’avv. Escalar ha pubblicato sul Corriere Tributario un articolo sulle Criticità dei rilievi di esterovestizione di società unionali

L’avv. Escalar ha pubblicato sul Corriere Tributario un articolo sulle Criticità dei rilievi di esterovestizione di società unionali

L’avv. Gabriele Escalar ha pubblicato sul n.12/2019 del Corriere Tributario un articolo sulle Criticità dei rilievi di esterovestizione di società unionali. Nell’articolo l’avv. Gabriele Escalar ha rilevato, fra l’altro, che le contestazioni di esterovestizione di società italiane con sede in altri Stati UE motivate sulla base dell’assunto che tali società sarebbero prive di autonomia decisionale avendo demandato le loro decisioni strategiche ai soci di controllo italiani non sono fondate, in quanto la residenza fiscale di una società è ubicata nel luogo in cui il suo organo decisionale assume le decisioni relative alla sua gestione ordinaria, mentre l’abuso della residenza fiscale...

Il 20 novembre p.v. l’avv. Gabriele Escalar discuterà davanti alla Corte Costituzionale la legittimità dell’addizionale IRES 2013 per banche e assicurazioni

Il 20 novembre p.v. l’avv. Gabriele Escalar discuterà davanti alla Corte Costituzionale la legittimità dell’addizionale IRES 2013 per banche e assicurazioni

Il 20 novembre p.v. l’avv. Gabriele Escalar avrà l’onore di discutere davanti alla Corte Costituzionale la questione di legittimità costituzionale dell’addizionale IRES dell’8,5 per cento introdotta dall’art. 2 del decreto-legge n. 133/2013 a carico di banche, società finanziarie ed assicurazioni per il solo periodo d’imposta 2013 sollevata dalla CTR del Piemonte per la violazione non solo dei principi di eguaglianza e di capacità contributiva sanciti dagli articoli 3 e 53 della Costituzione, comportando tale addizionale una discriminazione di trattamento fiscale a danno di banche, società finanziarie ed assicurazioni priva di una giustificazione obbiettiva, non essendo “soggetti necessariamente più forti rispetto...

I rilievi di Abuso richiedono sempre il Contraddittorio Rafforzato

I rilievi di Abuso richiedono sempre il Contraddittorio Rafforzato

Siamo lieti di segnalare che la Corte di Cassazione con l’allegata sentenza n. 28676 depositata il 7 novembre 2019 e la conforme sentenza n. 28925 depositata in pari data ha annullato la sentenza della CTR di Firenze che aveva inspiegabilmente del tutto omesso di pronunciarsi sul motivo di ricorso con cui avevamo contestato la nullità dell’avviso di accertamento per la violazione dell’obbligo di contraddittorio preventivo sancito dall’art. 37-bis del d.P.R. n. 600/73 per avere la DRE della Toscana formulato una contestazione di abuso del diritto fiscale, senza aver previamente instaurato un contraddittorio con il contribuente in ordine a tale contestazione....

Incontro a Roma su questioni aperte su CFC e tassazione dei dividendi e plusvalenze delle partecipazioni black list

Incontro a Roma su questioni aperte su CFC e tassazione dei dividendi e plusvalenze delle partecipazioni black list

Il 30 ottobre 2019 presso l’Hotel Savoy Roma si è tenuto un incontro di approfondimento organizzato dallo Studio Escalar e Associati in collaborazione con lo Studio Associato Petrangeli in cui l’avv. Gabriele Escalar ha discusso con gli altri relatori la dott.ssa Paola Bartoli, Responsabile dell’Ufficio Fiscalità Internazionale dell’Agenzia delle Entrate, la dott.ssa Cinzia Sforza della Direzione Legislazione del MEF, e il dott. Giovanni Spalletta, della Direzione Legislazione Tributaria del MEF delle “Questioni aperte su CFC e tassazione dei dividendi e plusvalenze delle partecipazioni black list e delle relative prospettive di soluzione. Programma DettagliatoScarica il PDF

Incontro a Milano su questioni aperte su CFC e tassazione dei dividendi e plusvalenze delle partecipazioni black list

Incontro a Milano su questioni aperte su CFC e tassazione dei dividendi e plusvalenze delle partecipazioni black list

Il 16 ottobre 2019 presso l’Armani Hotel Milano si è tenuto un incontro di approfondimento organizzato dallo Studio Escalar e Associati in collaborazione con lo Studio Associato Petrangeli in cui l’avv. Gabriele Escalar ha discusso con gli altri relatori la dott.ssa Paola Bartoli, Responsabile dell’Ufficio Fiscalità Internazionale dell’Agenzia delle Entrate, la dott.ssa Cinzia Sforza della Direzione Legislazione del MEF, e l’avv. Ivan Vacca, condirettore dell’Assonime delle “Questioni aperte su CFC e tassazione dei dividendi e plusvalenze delle partecipazioni black list e delle relative prospettive di soluzione. Programma DettagliatoScarica il PDF

Per l’applicabilità dell’esenzione da IVA alle attività di coassicuratrice delegataria

Per l’applicabilità dell’esenzione da IVA alle attività di coassicuratrice delegataria

Le attività svolte dalla coassicuratrice delegataria sono esenti da IVA come servizi di intermediazione relativi a prestazioni di coassicurazione o servizi che integrano tali prestazioni sul piano economico, in quanto essa provvede anche alla negoziazione e conclusione del contratto di coassicurazione. Riferimenti Decreto Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972 n. 633, Art. 10. Non sembra destinato a sopirsi il contrasto interpretativo apertosi in giurisprudenza sul regime IVA delle attività svolte dalla coassicuratrice delegataria nelle operazioni di coassicurazione. Il contrasto interpretativo sul regime IVA delle attività svolte dalla coassicuratrice delegataria L’Agenzia delle entrate ha contestato che tali attività non sarebbero esenti da IVA in quanto costituirebbero servizi amministrativi resi dalla coassicuratrice delegataria a beneficio...

Il regime d’imposizione dei redditi dei contratti di assicurazione unit e index linked

Il regime d’imposizione dei redditi dei contratti di assicurazione unit e index linked

I contratti di assicurazione unit e index linked, pur ribaltando a carico dell’assicurato il rischio di perdita delle attività finanziarie in cui siano investiti i premi, agli effetti delle imposte sui redditi sono qualificabili come contratti di assicurazione sulla vita e sono pertanto soggetti al relativo regime fiscale. Riferimenti Decreto Presidente della Repubblica 29 settembre 1973 n. 600, Art. 26-ter; Decreto Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986 n. 917, Art. 44. La maggior parte dei contratti di assicurazione sulla vita collocati sul mercato sono costituiti da contratti c.d. unit e index linked e cioè contratti di assicurazione che garantiscono il pagamento per il caso di morte o di sopravvivenza o di...

Compatibilità comunitaria delle imposte indirette sul conferimento di azienda e successiva vendita di partecipazione

Compatibilità comunitaria delle imposte indirette sul conferimento di azienda e successiva vendita di partecipazione

Sulla base degli attuali orientamenti della Corte di Giustizia deve ritenersi incompatibile con la Direttiva comunitaria sulla raccolta dei capitali l’assoggettamento alle imposte proporzionali di registro, ipotecaria e catastale del conferimento di azienda seguito dalla vendita della partecipazione nella società conferitaria, sulla base dell’assunto che tali operazioni sarebbero riqualificabili come una vendita di azienda a favore della società acquirente della partecipazione. Riferimenti Decreto Presidente della Repubblica 26 aprile 1986 n. 131, Art. 20; Direttiva CEE 12 febbraio 2008 n. 2008/7/CE, Articolo 7; Direttiva CEE 17 luglio 1969 n. 69/335/CEE, Articolo 12. L’Agenzia delle entrate è da tempo propensa a riqualificare il conferimento di azienda eseguito in sede di costituzione di una società o di aumento del suo capitale che...

La CTR assume decisioni opposte ai fini IRES e IRAP ma il passaggio in giudicato della seconda decisione comporta l’annullamento della prima

La CTR assume decisioni opposte ai fini IRES e IRAP ma il passaggio in giudicato della seconda decisione comporta l’annullamento della prima

La CTR di Milano, dopo che due sezioni di tale commissione avevano assunto decisioni opposte sul medesimo rilievo relativo all’indeducibilità dei costi sostenuti da una banca per operazioni con soggetti black list, confermando tale rilievo agli effetti dell’IRES ed annullandolo agli effetti dell’IRAP, e che la seconda di tali decisioni era passata in giudicato per mancata impugnazione, ha accolto il ricorso per revocazione da me presentato annullando la prima di tali decisioni per il sopravvenuto giudicato.   In particolare, l’Agenzia delle Entrate aveva contestato ai sensi del comma 10 dell’art. 110 del TUIR la deducibilità dall’imponibile IRES e da quello...